Come scegliere il cucciolo

La scelta del cucciolo parte dalla scelta dell’allevamento.

È importante non affidarsi esclusivamente ai siti internet e ai vari commenti che girano sui blog, la maggior parte dei quali sono dettati da euforie da prima esperienza che si tramutano molto spesso in enormi delusioni.

Scrivere, o meglio, fare dei banali copia/incolla da un sito all’altro di tante belle informazioni (magari senza nemmeno citarne la fonte di provenienza), è molto facile ma questo non significa essere professionali o dei bravi allevatori significa essere dei bravi copioni e capaci di sfruttare i trucchi della rete……………… .

Escludendo a priori i negozi, ma questo mi pare scontato, da evitare sono gli annunci sui siti di e-commerce, anche qui molte volte ci si imbatte in privati che pubblicano sedicenti “prestigiose cucciolate” ottenute con il cane del vicino che a dir loro è molto bello, ma magari anche molto portatore di patologie ereditarie mai testate.

Certo sui siti e-commerce i prezzi dei cuccioli sono molto bassi e il motivo è semplicemente che dietro ci sono pochi costi il che significa scarsa o inesistente qualità.

Non cercate per for forza i figli di campioni, tutti i Labrador hanno fra i propri progenitori campioni di tutti i tipi, vi assicuro non è difficile creare un campione, soprattutto un Campione Riproduttore.

Diffidate da chi pubblicizza le proprie cucciolate come “PRESTIGIOSE”, o “DI ALTA GENEALOGIA”, sono frasi civetta, specchietti per le allodole.

Chi scrive così sa perfettamente che la maggior parte delle persone che leggeranno il suo annuncio, non possono riconoscere se un Labrador è prestigioso e tantomeno conoscere le genealogie o le linee di sangue equindi questo è un banale tentativo commerciale di carpire l'interesse di potenziali clienti con definizioni sensazionali.

Infatti chi utilizza questi stratagemmi con bune probabilità è un furbetto che non è in grado nemmeno di leggere il pedigree dei suoi Labrador e vi saprà dire ben poco delle millantate PRESTIGIOSE linee genealogiche.

A tal proposito, vi rammento che il fatto che la cucciolata sia figlia di un campione di bellezza non significa che la sua linea genealogica sia prestigiosa, il discorso è molto più complesso e radicato nella stroia della selezione della razza e i campioni di belleza posso nascere anche da cani poco prestigiosi.....

State lontani anche dagli Allevamenti multi razza o allevamenti/pensione.

Per conoscere bene una razza e quindi selezionarla nel tentativo di ottenere i migliori soggetti, bisogna Impegnarsi nell’ approfondimento, studio e ricerca, conoscere i Labrador importanti per capire quali sono le genealogie e le discendenze che possono donare ai propri soggetti le caratteristiche che si stanno cercando di evidenziare nel proprio lavoro di selezione.

E’ facile dedurre che con tutto questo lavoro da svolgere, risulterà già difficile ottenere dei buoni risultati impegnandosi con una sola razza, figuriamoci con 4, 5 o 10 vi assicuro che è praticamente impossibile…………………. .

Un allevatore attento non gestirà mai una pensione per cani nella sua struttura, un afflusso di cani esterni di cui non si conosce la storia, può portare molteplici patologie che inevitabilmente si potrebbero propagare nell’ambiente e contaminare anche i cani dell’allevamento, mettendone così a rischio la salute e la fertilità.

Certo a questo punto rimangono veramente poche cose di cui fidarsi per scegliere il proprio cucciolo, ma quelle o meglio quella che rimane è l’unica e vera cosa giusta da fare, ANDATE A VISITARE GLI ALLEVAMENTI !! .

Incontrate gli allevatori e i loro Labrador, parlate con loro e fatevi raccontare la storia del loro allevamento e dei loro cani, fatevi dedicare del tempo, vi accorgerete subito se avrete di fronte un appassionato della razza o un furbetto ciarlatano che con i cani ci lucra e basta.

Chi ama i Labrador ma soprattutto chi interpreta l’allevamento come una missione e non come un business, sarà entusiasta di raccontarvi tutto quello che sa e dedicarvi del tempo.

Quando arrivate in allevamento guardatevi in giro, verificate l’ordine e la pulizia dei luoghi, soprattutto dei box dopve dimorano i cani, sentite se nell’aria persiste un forte odore di "canile" questo è un chiaro indice di basso livello igienico, tutto deve esser alla luce del sole, non ci devono essere aree non visitabili, eccezion fatta per le nursery dove per comprensibili ragioni sanitarie è giusto che gli estranei non entrino.

Chi ama i propri cani cerca di tenerli come se fossero a casa.

Quindi una volta che avrete individuato l’allevamento e l’allevatore che vi ispira maggiore fiducia, individuate insieme a lui i soggetti riproduttori che più vi piacciono e se non siete fortunati, perché magari in quel momento quel cane non è il genitore di nessuna delle cucciolate presenti, aspettate finché proprio e solo quel cane che tanto vi è piaciuto non diventerà l’orgoglioso padre o madre di una splendida cucciolata, allora avrete operato una scelta oculata e attenta.

Se vi piace un particolare colore del mantello. Chocolate, Nero o Giallo, e in quel momento non sono presenti cuccioli di quel colore, aspettate finchè non ne nasceranno, non fatevi convincere a prendere ciò che è disponibile.

Se state cercando un Labrador Chocolate vi capiterà di incontrare allevatori che non selezionano questo colore o che in quel momento non hanno cucciolate di quel colore, e alcuni di loro (vi assicuro che ci sono), cercheranno di farvi cambiare idea definendo i Chocolate come dei brutti anatroccoli o fratelli minori dei Labrador gialli o neri.

Se ciò vi dovsse capitare salutate gentilmente "l'allevatore" e andatevene, questa è la dimostrazione di una profonda ignoranza riguardo la storia della razza, e disonestà nei vostri confronti, la discendenza genetica dei labrador chcolate è la stessa, i choclate posso esser anche figli di genitori Gialli o neri  e il gene chocolate era già presente in Bucceleuch Avon Labrador nato nel 1885 il quale generò già allora dei cuccioli Chocolate (per approfondire l'argomento leggete su questo sito La stroia del Labrador).

Altra cosa importante da non dimenticare per scegliere un cuccioli è che i cuccioli sembrano tutti belli ma rimangono cuccioli per pochi mesi, poi una volta adulti assomiglieranno ai loro genitori e quello sarà l’aspetto che avranno per sempre, pertanto una scelta perché sia una buona scelta, deve innanzitutto partire dai genitori.

Iscriviti alla newsletter

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok