LABRADOR ORIGINI E TIMELINE

 

I Labrador Retriever sono stati riconosciuti in Inghilterra come club di razza nel 1903 e prima registrati dall'AKC negli Stati Uniti d'America nel 1917. I Labrador sono stati originariamente chiamati cani di St. John o cane di Terranova minore. La razza era presente a Terranova nel 1700 e importata in Inghilterra all'inizio del 1800. L'origine esatta del Labrador non è nota ma alcuni sostengono che il cane Terranova o il cane francese di St. Hubert fanno parte degli incroci che hanno originato il cane di St. John.

(Evoluzione del Labrador dal cane di St. John)

Nel 1887 il Conte di Malmesbury coniò il nome Labrador in una lettera che scrisse facendo riferimento a loro come i suoi Labrador Dogs. Geograficamente Il Territorio del Labrador è proprio a nord-ovest dell’isola di Terranova. Richard Wolters nel suo libro il "Labrador Retriever" scrive che gli inglesi del XIX secolo accomunarono quella zona come un'unica terra, perciò avrebbe potuto fare riferimento a cani di quella zona.

Newfoundland è stata colonizzata dai pescatori inglesi già nel 1500 e sembra che i cani di St. John si svilupparono insieme all'occupazione della pesca. I pescatori inglesi di Terranova usavano il cane di St John per recuperare i pesci caduti in mare dalle reti e anche per posizionare le linee di pesca in acqua. I cani di St. John erano considerati "workaholics" (stacanovisti) e amavano svolgere le attività di riporto durante le battute di pesca. Questa razza era molto desiderosa di soddisfare il loro padrone e le loro capacità di riporto li resero ideali come compagni di caccia e cani sportivi. Nel mondo di oggi molti vedono il loro compagno di caccia instancabile e affamato di movimento. Romperà il ghiaccio per recuperare gli uccelli caduti e questo solo per poi tornare da voi e aspettare di andare a recuperare il prossimo. Bisogna sempre tenere d'occhio il Labrador quando lavora in un clima caldo, poiché lavorerà anche oltre le sue capacità fisiche con il rischio di surriscaldarsi e soffrire. I pescatori di Terranova dicevano che i cani di St. John avrebbero lavorato lunghe ore con loro nelle fredde acque dell’oceano per poi tornare a casa ed iniziare a giocare con i loro bambini. Il meraviglioso temperamento del Labrador Retriever è documentato nei suoi primi giorni in Inghilterra e li ha resi animali domestici ideali anche cani sportivi completi.

Il Labrador ha un mantello folto e corto che respinge l'acqua e fornisce una grande resistenza al freddo e all'acqua. I Labrador sono di 3 colori; Nero, giallo e cioccolato. Il nero era il colore più conosciuto, ora è il giallo, ed è dominante nei Labrador. Il nero era anche il colore comunemente preferito e allevato fino a tempi più recenti. Va notato che i colori chocolate e giallo sono stati osservati nei cani originali di St. John già a Terranova. Sono geni recessivi e questi colori vengono anche definiti color "fegato" e "Golden" (dorato). Nel 1807 una nave il Brigantino Canton, portò alcuni cani di St. John destinati a Poole, in Inghilterra, come probabile stock di allevamento per il duca di Malmesbury. Il Canton naufragò e due cani, uno nero e un cioccolato, furono ritrovati e si pensa che essi abbiano dato inizio a parte del programma di allevamento (insieme ad altre razze) che hanno creato il Chesapeake Retriever (il Chesapeake è solo di color cioccolato nelle varie tonalità). Da questo si deduce che il Chocolate era un colore già presente nei cani originali di St. John che più tardi si sono affermati con il nome di Labrador Retriever. Come colori recessivi, i cuccioli gialli e chocolate nacquero occasionalmente nelle cucciolate attraverso gli anni. Durante i primi programmi di allevamento questi "colori secondari" furono spesso "rifiutati" finché non furono finalmente accettati dai britannici e dai club americani e quindi registrati. Alcune persone preferiscono i neri dicendo che sono i Labrador migliori. In realtà è solo una questione di gusto personale un buon Labrador lo è di qualunque colore esso sia sempre che dietro al cane vi sia un pedigree ben equilibrato e un programma di allevamento serio.
 

LA STORIA

Fu all'inizio del 1800 che i primi cani furono importati in Inghilterra da alcuni aristocratici sportivi inglesi.

Il conte di Malmesbury a Heron Court aveva utilizzato il cane di St. John per gli sport di tiro in Inghilterra già nel 1809.

Il secondo Conte di Malmesbury nacque nel 1778 e fu la persona più influente per mantenere viva la razza Labrador.

Fu il primo ad iniziare ad allevare la razza Labrador e si prese cura del suo allevamento fino alla sua morte nel 1841.

Il 5 ° Duca di Buccleuch (1806-1884) iniziò ad allevare in Scozia circa nel 1835 in maniera indipendente rispetto a Malmesbury.

Il cane fu documentato per la prima volta con il nome Labrador nel 1839. Il fratello del Duca di Buccleuch, Lord John Scott iniziò anch’egli ad importare i cani di St. John da Newfoundland.

Alcuni cani che i fratelli importarono si chiamavano Jock, Nell (1843) e Brandy.

Brandy si guadagnò il suo nome durante il viaggio attraverso l'oceano Atlantico.

Si tuffo nel mare ingrossato dalle onde per recuperare il cappello di un membro dell’equipaggio. Ci vollero 2 ore prima che potessero recuperare il cane e lui era così esausto che per farlo riprendere gli diedero Brandy.

La prima foto di un Labrador Retriever è stata dal Duca di Buccleuch, ad una Labrador chiamata Nell. Aveva circa 12 anni nella foto qui sotto..

Nell è nata 1856

Wolters ha indicato nel suo libro che questa è la prima foto di un Labrador, scattata nel 1867.
Questo (cane di St. John) faceva parte dei soggetti di allevamento che condussero al  Labrador e aveva i piedi e il muso bianchi.  Questo tratto è stato notato in alcuni altri Labrador che sono stati allevati nel 1800 in Inghilterra.

Oggi lo standard di razza preferisce che non ci sia del bianco nel mantello ma nei colori scuri è accettata una macchia bianca sul petto.

A volte, come capita di osservare negli attuali Labrador anziani si possono noterete alcune aree che tendono al grigio sulle zampe e sul muso. Questa potrebbe essere un tratto ereditatao dal cane di St. John?

Nell nella foto qui affianco aveva 12 anni, Nell era di proprietà del Conte di Home (1799-1881)

(Photo in Richard Wolters book The Labrador Retriever Dutton, 1992 p 46)

 

Il Labrador aveva tante qualità eccellenti tanto che fu utilizzato per accoppiarsi con altri "Retrievers".

Alla fine del XVIII e dell'inizio del XIX secolo (prima di ogni registrazione del Kennel Club) alcuni allevatori cercarono di incrociare le abilità di caccia di diversi cani da riporto perché incontrassero il loro gradimento.

Altri Retrievers del tempo includevano Curly Coats, Flat Coats e il Norfolk Retriever ora estinto.

Si diceva che spesso i geni del cane di  St. John erano dominanti e gli incroci tentati portavano ancora il suo aspetto e personalità.

Alla fine le razze furono fissate e separate nella registrazione del Kennel Club.

Verso il 1880 quasi tutte le linee del vero Labrador (cane di St. John) erano estinte in Inghilterra. Una riunione fortuita del terzo Conte di Malmesbury (all'età di 75 anni) con il sesto duca di Buccleuch (1831-1914) e il dodicesimo duca di Home (1834-1918) salvò il Labrador dall'estinzione.

Buccleuch e Home stavano visitando una zia malata e decisero di partecipare ad una battuta di caccia ad uccelli acquatici sulla costa meridionale.

Là i due uomini rimasero impressionati da ciò che i cani di Malmesbury erano in grado di fare. Queste erano le stesse linee di sangue dell’allevamento del padre.

Malmesbury riferì di aver mantenuto pure le linee di sangue come avrebbe potuto fare con i cani importati provenienti da Terranova.

Malmesbury diede loro alcuni dei suoi cani per continuare il programma di allevamento.

I cani erano Ned (nato nel 1882) e Avon (nato nel 1885). Molti dicono che questi due cani sono gli antenati di tutti i Labs britannici.

Si dice che Buccleuch Avon, generò cuccioli "color fegato". Avon potrebbe essere l’antenato di molti dei campioni chocolate americani da lavoro o dei portatori del gene chocolate.

(Bucceleuch Avon nato nel 1885)

 

 

Nel 1892 nacquero due labrador "fegato" presso l’allevamento di Buccleuch. (Richard Wolters, Il Labrador Retriever)
 
Nel 1899 è stato registrato il primo labrador giallo nato nell'allevamento del maggiore C.J. Radclyffe e chiamato Ben di Hyde.
 

A Terranova il cane di St. John si estinse e le ragioni sembrano politiche. Nel 1780 il governatore della regione voleva incoraggiare l'allevamento di pecore e per fermare qualsiasi minaccia alle pecore ordinò di non avere più di un cane per famiglia. Il cane di St. John era nativo dell’isola Terranova e quindi tutti quelli che erano stati esportati in Inghilterra erano vulnerabili a questo ordine. Questa azione ha avuto un grande impatto sui cani di St. John, poiché non erano molto diffusi e ora il loro numero venivano scoraggiato nella loro patria. Più tardi, nel 1885, fu adottata un'altra misura dal legislatore per incoraggiare l'allevamento delle pecore, fu inflitta una pesante tassa sui cani. Fu imposto un valore della tassa più alto sulle femmine rispetto ai maschi perché portavano molti più cuccioli che pertanto dovevano essere soppressi alla nascita.

Insieme al passaggio della quarantena Britannica questa misura rese l'importazione quasi impossibile.

La legge sulla quarantena del 1895 vietava ai cani di entrare in Gran Bretagna senza licenza e senza aver subito una stretta quarantena di sei mesi.

In Gran Bretagna non esisteva la rabbia e il governo non voleva che fosse introdotta.

Negli anni '30 il cane di St. John era diventato raro a Terranova. Il 6° duca di Buccleuch fu infine in grado di importare alcuni altri cani tra il 1933 e il 1934 per continuare la linea.

È interessante notare che l'allevamento delle pecore a Terranova non è mai diventato un sostegno deconomico per l’isola, ma l'estinzione del cane di St. John è comunque avvenuta.

A sinistra, due degli ultimi cani di St. John a Terranova. L'autore Richard Wolters ha indicato nel suo libro The Labrador Retriever che questi due maschi sopravvissero all'estinzione perché erano in una zona molto remota. Non c'erano cani da allevamento, per cui questi sembrano essere stati gli ultimi due cani originali di St. John.

(Photo in Richard Wolters book The Labrador Retriever Dutton, 1992 p. 53)

Il libro di Wolters è stato pubblicato nel 1981 e in quel momento Lassie (a destra) aveva 13 anni e suo fratello (a sinistra) aveva 15 anni.
Nota questi cani hanno anche le punte e il muso bianco come i primi Labrador in Inghilterra.

Questo tratto sembra derivare dai cani di St. John in quanto l'unico segno bianco accettato dall’ AKC e dalla FCI in questo momento è una macchia bianca sul petto. A volte, ancora oggi, si trovano alcuni soggetti con peli bianchi sulle dita dei piedi o sotto i piedi, probabilmente sono la traccia dei cani originali. Spesso, il muso e le dita dei piedi dei Labs che invecchiano diventano bianchi.

(*Altre foto storiche si possono trovare nel libro di Richard Wolter The Labrador Retriever, The History ... The People ... Revised, Dutton Books, 1981, 1992 ISBN 0-525-93360.-3)

Nel 1903 il Labrador Retriever era abbastanza popolare da essere riconosciuto dal Kennel Club in Inghilterra.
Nel 1916 è stato costituito il Labrador Club in Inghilterra con il sostegno di Lord Knutsford (Munden Kennel Line) e Lady Lorna, Contessa Howe (Banchory Labradors).

Si dice che alcuni Labrador chocolate risalgano a Banchory Night Light del Banchory Kennel. Era un cane nero nato nel 1932 in Inghilterra. Night Light proviene dalla linea Dual Ch. Banchory Bolo (1915) che sembra essere un vettore del gene del cioccolato da Buccleuch Avon. Banchory Bolo era anche conosciuto per aver portato un tratto di peli bianchi sotto i piedi (Bolo pads).

(English CH Banchory Bolo - 1915-1927 - *Photo in Richard Wolters book The Labrador Retriever Dutton, 1992 p 64)

Alla fine degli anni '30 i Labrador Chocolate erano noti per essere in due Allevamenti: Tibshelfs & Cookridge. I cani di Tibshelfs erano: Tibshelfs Bronze (<1954). Tibshelfs Choc (<1964), Tibshelfs Chocolate Simba (<1972), Tibshelfs Coco (<1958), Hibbert di Tibshelfs (<1966), Tibshelfs Hibchic (<1968), Tibshelfs Ocher (<1968) e Tibshelfs Sultan (<1966).

I Chocolate di Cookridge erano: Bronze Adam of Cookridge (<1950), Cookridge Cola (<1959), Cookridge Joss (<1976), Cookridge Khan di Owlcroft (<1975), Cookridge Kim (1966), Cookridge. Olga (<1960), Cookridge Oscar (<1960) e Cookridge. Tango (1961). (Alcune di queste linee si collegano a NFC-AFC Storm’s Riptide Star da Buccleuch Avon e Banchory Bolo).

LABORADOR IN AMERICA

Nella parte finale del diciannovesimo e all'inizio del ventesimo secolo, i cacciatori sportivi americani usavano i Setter e i Pointer per cacciare in aree di grandi dimensioni e terreni difficili.

La caccia della selvaggina volatile (driven bird shooting) praticata in Gran Bretagna era una situazione inusuale per gli americani.

Il driven bird shooting includeva la camminata al piede, l’individuazione del punto di caduta del volatile la traccia e l riporto.

Lo stile britannico della caccia era diverso da quello del cacciatore americano. Il terreno americano, le dimensioni delle aree di caccia, la copertura, diversi tipi di terreno richiedevano per molteplici motivi un diverso tipo di cane da lavoro.

Gli americani amavano usare gli Springer Spaniels come cani da ricerca per lavori in montagna, I Chesapeake Bay Retrievers venivano invece impiegati come cani da riporto in acqua e sono stati riconosciuti dall'AKC nel 1878.

Gli americani cominciarono ad interessarsi al Labrador una volta che si resero conto che erano efficienti come gli Springer Spaniels per la ricerca e come i Chesapeake come cani d’acqua, qualcuno diceva anche meglio visto il loro pelo che non tendeva a ghiacciare e respingeva bene l'acqua.

Il labrador combinava le abilità di due cani sportivi popolari in America, rendendolo così molto versatile in più aveva un'ottima disposizione verso l’uomo.

La razza divenne popolare in America durante gli anni venti ‘anni ruggenti' e aumentò dopo la sua popolarità aumentò dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Mentre il primo Labrador fu registrato nell'AKC nel 1917, nel 1927 i Labrador registrati risultavano ancora solo 23.

Fu solo dopo un articolo del 1928 dell'AGC nella rivista American Kennel Gazette chiamato "Meet the Labrador Retriever", che il Labrador diventò più noto.

Nel 1929 un cane chiamato Kinclaven Lowesby è stato il primo Labrador giallo registrato nel libro dell’AKC.

Era un figlio importato di FC Hayler's Defender e registrato come di colore "golden".

Nel 1931 è stato costituito il Labrador Retriever Club Statunitense e realizzato il primo Field Trial  per Labs tenutosi alla tenuta di Glenmere Court a Chester, NY.

Nel 1932 è stato registrati il primo labrador "color fegato" dall'AKC.

Il nome del cane era Diver of Chiltonfoliat,  fortemente imparentato con un cane chiamato Borris de main.

Borris de Main era una cagna gialla nata nel 1920 che sembrava portare il gene del chocolate.

Una volta il colore era una categoria descrittiva e si poteva selezionare come distinzione. Oggi per i Labrador si può selezionare solo il nero, il giallo o il cioccolato.
Nel 1933 Ming è nato in Inghilterra. È stato esportato in America ed è diventato il primo campione giallo americano da lavoro.
Nel 1938 compare la prima foto di un cane sulla copertina di Life Magazine.Il cane era un Labrador nero chiamato 'Blind of Arden'. Era un cane di 4 anni di W. Averell Harriman e quell’anno aveva vinto la top US Retriever stake.
Nel 1940 il primo Labrador Chocolate puro allevato in america fu stato registrato nell'AKC come Fudge di Kennoway. Questo cane era un Line Breeding con il cane inglese FC Banchory Night Light discendente da Buccleuch Avon.
Nel 1941 fu istituito il National Retriever Club negli Stati Uniti

Durante tutta l'epoca post WWII la popolarità dei Labrador è cresciuta tra la popolazione degli Stati Uniti.
Nel 1991 nasce Storm's Riptide Star. E 'diventato il primo Labrador Chocolate a guadagnare il titolo American National Field Championship con la sua vittoria nel 1996.

il pedigree di NFC-AFC Storm's Riptide Star si estende a Buccleuch Avon nato nel 1885.

Nel 1991 il Labrador Retriever ha raggiunto il primo posto come cane più popolare registrato dall'AKC. Negli anni 2000 (tra cui il numero uno nel 2003) il Labrador continua ad essere tra gli animali più popolari a causa della sua grande disposizione e versatilità. Sono membri della famiglia devoti e eccellenti compagni di caccia.

(nella foto NFC-AFC Storm's Riptide Star)

Sono bravi con i bambini, tendono a godere della compagnia di altri cani, sono addirittura utilizzati come cani guida, cani poliziotto antidroga e cani da ricerca e salvataggio.

La stagione della caccia tende ad essere piuttosto breve, e quindi il lavoro più popolare del Labrador oggi sembra essere seduto su un divano di famiglia o davanti alla televisione.

Iscriviti alla newsletter

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Clicca qui per maggiori dettagli

Ok